Attualità

Attualità

Cuba. “Il Codice della Famiglia è un passo avanti che dobbiamo a noi stessi”. Intervista ad Arleen Rodriguez.
Articoli, Attualità

Cuba. “Il Codice della Famiglia è un passo avanti che dobbiamo a noi stessi”. Intervista ad Arleen Rodriguez.

Arleen Rodriguez. Arleen Carlota Rodríguez Derivet è un volto noto del giornalismo televisivo cubano e latinoamericano. Si è occupata di economia e ha diretto il quotidiano Juventud Rebelde, fino al 1997. Dal 1998 al 2005 ha lavorato come editorialista, conduttrice di programmi radiofonici e ha diretto la rivista Tricontinental. Dal 2005 è vicedirettrice editoriale de la Mesa Redonda, il principale programma politico della Televisione Cubana. Collaboratrice dell'Equipe di Comunicazione della Presidenza, cura anche due trasmissioni radiofoniche nazionali. Fa parte della presidenza dell'Unione dei giornalisti di Cuba (UPEC). L’abbiamo sentita alla vigilia del referendum che, domenica 25 settembre, chiederà ai cubani se approvare o respingere il nuovo Codice della Famiglia....
NON VOGLIAMO SCEGLIERE TRA LA GUERRA INFINITA E LA GUERRA NUCLEARE
Articoli, Attualità

NON VOGLIAMO SCEGLIERE TRA LA GUERRA INFINITA E LA GUERRA NUCLEARE

Come era ovvio, Putin dopo le sconfitte chiama la Russia alla mobilitazione e chi già vantava che si sarebbe arreso si mostra lo stupido che è. Nessuno può vincere la guerra in Ucraina e i maledetti che parlano di vittoria ci portano solo alla terza guerra mondiale. Tra costoro c’è anche Mario Draghi che all’ONU ha svolto il peggiore intervento in quella sede tra tutti i capi di governo italiani. Le parole violente e guerrafondaie di Draghi hanno posto il nostro paese nel fronte dei più fanatici bellicistici e arrecato un danno enorme al paese. Non è questa l’Italia della Costituzione antifascista e pacifista. La guerra, rimossa dalla campagna elettorale da tutti i partiti che hanno deciso di inviare le armi e fare le sanzioni, torna così prepotentemente in campo. Se n...
La responsabilità della NATO nella guerra in Ucraina: la debole difesa di Clinton
Articoli, Attualità

La responsabilità della NATO nella guerra in Ucraina: la debole difesa di Clinton

Manifestazione per la pace a Praga In una intervista andata in onda domenica 18 settembre sulla CNN, l’ex presidente Clinton si è difeso dalle frequenti accuse che la crisi ucraina sia responsabilità dell’espansione della NATO nell’Est europeo. Proprio sotto la presidenza Clinton la Repubblica Ceca, l’Ungheria e la Polonia hanno dato nel 1999 la loro adesione all’alleanza militare, cominciando quel processo che ha portato ad allargare i membri della NATO da 16 (1998) a 30 (2021). “Il presidente Putin non ha fatto mistero di pensare che la dissoluzione dell’Unione Sovietica sia stata una grande tragedia nella storia del mondo”, ha detto Clinton. La difesa dell’ex presidente si è basata quindi su argomenti già conosciuti. Da una parte, sul sospetto che Putin avesse mire espansionistic...
CUBA, IL 2 e 3 NOVEMBRE ALL’ONU, ALZERA’ ANCORA UNA VOLTA LA VOCE CONTRO IL BLOCCO.
Articoli, Attualità

CUBA, IL 2 e 3 NOVEMBRE ALL’ONU, ALZERA’ ANCORA UNA VOLTA LA VOCE CONTRO IL BLOCCO.

Il Ministro degli Esteri di Cuba Bruno Rodríguez Parrilla ha annunciato che il 2 e 3 novembre prossimo  l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite esaminerà la risoluzione con cui viene chiesto di sollevare il blocco economico, commerciale e finanziario verso l’isola imposto dagli Stati Uniti. In un video pubblicato su Twitter Bruno Rodríguez Parrilla ha annunciato che per la trentesima volta la risoluzione per porre fine al blocco economico degli Stati Uniti sarà presentata all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Il blocco economico è stato applicato per la prima volta nel febbraio 1962 dagli Stati Uniti all’isola caraibica per costringerla a desistere dalla sua legittima decisione di essere un paese socialista. Ogni anno, dal 1992,  Cuba presenta una risoluzione al...
CORSA AL RIARMO: 6 miliardi (a Camere sciolte) per carri armati e missili. Vota no solo il M5s.
Articoli, Attualità

CORSA AL RIARMO: 6 miliardi (a Camere sciolte) per carri armati e missili. Vota no solo il M5s.

A Camere sciolte, il Parlamento italiano è impegnato a votare i programmi pluriennali di armamento. Ieri 13 settembre, è arrivato il parere obbligatorio della commissione Difesa del Senato su 6 dei 16 decreti del Governo, giovedì toccherà alla commissione della Camera. Programmi che riguardano l’acquisizione di cacciamine, elicotteri, carri armati e missili. Così è arrivato il via libera in commissione con il voto favorevole di tutte le forze politiche, tranne il Movimento 5 stelle.  In una nota i quattro senatori parlando di “un colpo di mano di fine legislatura in periodo di gestione dei soli affari correnti” messo in atto dalla “potente lobby del complesso militare-industriale che, con la complicità dei partiti vecchi e nuovi”. Le com...
UNA TESTIMONIANZA IMPORTANTE: SARA REGINELLA RACCONTA LA SUA ESPERIENZA TRA LA GENTE DEL DONBASS
Articoli, Attualità

UNA TESTIMONIANZA IMPORTANTE: SARA REGINELLA RACCONTA LA SUA ESPERIENZA TRA LA GENTE DEL DONBASS

Sara Reginella è tornata da un viaggio nel Dombass ed ha pubblicato il primo resoconto della sua esperienza tra la popolazione di quella regione, con piacere ospitiamo il suo racconto. Al ritorno da un’esperienza di tre settimane nel Donbass, credo sia doveroso ritrarre lo scenario articolato con cui mi sono interfacciata. Il primo aspetto sui cui vorrei porre l’attenzione riguarda la complessità. Non è possibile fare generalizzazioni su un quadro variegato come quello del conflitto ucraino, comprensibile solo nella misura in cui si evitano facili generalizzazioni. Nel Donbass è in atto un conflitto dal 2014, i cui primi anni sono stati quasi totalmente censurati dai mass media occidentali. Non entrerò in merito alle cause che hanno portato al conflitto, a partire dal golpe d...
JOE BIDEN ESTENDE PER UN ALTRO ANNO IL BLOCCO COMMERCIALE CONTRO CUBA
Articoli, Attualità

JOE BIDEN ESTENDE PER UN ALTRO ANNO IL BLOCCO COMMERCIALE CONTRO CUBA

Joe Biden ha firmato la proroga della legge sul commercio con il nemico base su cui si fonda il blocco commerciale, economico e finanziario applicato dagli Stati Uniti contro Cuba. Il ministro degli esteri di Cuba, Bruno Rodríguez Parrilla, ha denunciato sul suo canale Twitter che l’attuale inquilino della Casa Bianca Joe Biden ha firmato venerdì 2 settembre, la proroga della legge sul commercio con il nemico che ha come conseguenza la permanenza del blocco economico, commerciale e finanziario applicato dagli Stati Uniti all’isola caraibica dal 1962. “Estendendo l’applicazione della legge sul commercio con il nemico, Biden diventa il 12°. Presidente degli Stati Uniti che applica il blocco. Gli Stati Uniti hanno ratificato il quadro che sostiene la politica di abuso con...
AMERICA LATINA e CARAIBI: La strategia geopolitica di Washington per garantire il controllo su quello che chiama sprezzantemente il suo “cortile di casa”.
Articoli, Attualità

AMERICA LATINA e CARAIBI: La strategia geopolitica di Washington per garantire il controllo su quello che chiama sprezzantemente il suo “cortile di casa”.

Centinaia di argentini rimangono fuori dalla casa di Cristina Fernández per esprimerle il loro sostegno, nonostante la repressione della polizia. Foto: La nazione Al momento, la vicepresidente dell'Argentina, Cristina Fernández de Kirchner, è nel mirino di uno di questi processi spuri, anche se non è la prima volta che subisce persecuzioni giudiziarie e mediatiche. Di fronte al crescente insediamento di governi progressisti e di sinistra nella regione, gli Stati Uniti e i loro tirapiedi in ogni paese propongono un dispositivo di screditamento e giudiziario che include la collaborazione dell'industria dei media e frazioni del potere giudiziario. Il discorso prevede “la lotta alla corruzione”, “la difesa dei diritti umani” e “la criminalizzazione dei referenti popolari”. ...
CUBA: Fino al 10 ottobre –  Giornata internazionale per la pace e contro il blocco
Articoli, Attualità

CUBA: Fino al 10 ottobre – Giornata internazionale per la pace e contro il blocco

Da domani fino al 10 ottobre si svolgerà a Cuba una giornata internazionale per la pace e contro il blocco. Una giornata internazionale per la pace e contro il blocco che avrà luogo a Cuba, da domani fino al 10 ottobre, consentirà di riaffermare l'impegno della Rivoluzione a rispettare la sovranità dei paesi e il disarmo nucleare, promuovere la solidarietà contro le sanzioni ingiuste e sostenere la giuste cause dei popoli e dei processi politici che si allontanano dal capitalismo. Convocato dall'Istituto Cubano dell'Amicizia con i Popoli (ICAP) e annunciato dal suo vicepresidente, Víctor Gaute López, renderà omaggio, in occasione del loro anniversario di nascita o morte, a Ho Chi Minh (Vietnam), Salvador Allende (Cile) e Agostinho Neto (Angola), anche il giovane italiano vittima...
EnglishItalianPortugueseSpanish